Wednesday, 26 November 2014

neologismo-34

capacidad de atascarse por completo cada vez que se emprende una serie de actividades simultáneas que requieren todas la misma atención al mismo tiempo.

MULTI-ATASKING

ejemplo: "tenía que cocinar, al mismo tiempo que llamaba y buscaba una receta en un libro. el resultado fue solo un gran multi-atasking: me atasqué, no hice nada más y me fui a la cama..."

utopía urbana

esta utopía urbana es muy sencilla y básicamente poco original pero a mi me gusta igualmente. se trata de un concepto en el cual la ciudad está en dos niveles:
- el nivel más bajo, a los pies de los edificios, para la circulación de vehículos y transporte técnicos.
- el nivel superior, en cima de los edificios, para la circulación peatonal y de las bicis.
este segundo nivel es continuo y fácil de recorrer porque encima de los tejados de cada edificio habría puentes que conectan un techo al otro.
los edificios, obvio, tienen que ser todos de una altura constante (o por lo menos no muy diferente).



se crearía así, encima de los edificios de la ciudad, una especie de telaraña totalmente peatonal, conectada con ascensores a las plantas bajas de las casas, donde habría los parkings para luego circular rápidamente de un lado al otro de la ciudad.
el continuo espacio peatonal volante yo me lo imagino realizado como si fuera un único gigante parque elevado. el verde encima de la ciudad.
creo que sería bastante bonito.
si un día consigo ser súper rico, realizo un barrio prototipo! jeje

se llamaría: la telaraña verde!


PARADOSSI DEMOGRAFICI

la popolazione mondiale aumenta in modo esponenziale, si sa!
30 anni fa eravamo 3 miliardi e mezzo e adesso siamo già a 7 miliardi.
un po' tutti gli studiosi sono d'accordo che, per svariate motivazioni, tecnologiche, demografiche, ambientali, epidemiologiche, alla fine, sia come sia, la popolazione mondiale di umani cresce in modo praticamente esponenziale.
almeno fino ad adesso. sulle teorie per il futuro ci sono varie scuole di pensiero, ma questo per ora non mi interessa.
secondo stime ampiamente riconosciute la popolazione mondiale era, per esempio, di 2 miliardi all'inizio del XX secolo, un miliardo attorno al 1800 e tipo 200 milioni nell'anno zero.

la curva di crescita demografica mondiale nella storia è quindi qualcosa di questo tipo:


adesso però analizziamo un altro fatto e cioè la questione dei progenitori: i miei genitori avevano due genitori a testa e così i miei nonni lo stesso e via dicendo per ognuno dei miei progenitori. siccome ogni individuo ha due genitori, gli antenati di ciascuna persona si moltiplicano per due ad ogni generazione, per cui io (una persona) ho 2 genitori, 4 nonni, 8 bisnonni, 16 trisavoli, etc...
ne risulta che la curva della quantità di antenati di ciascuna persona è una curva esponenziale nel passato! e quindi una curva opposta alla curva demografica mondiale!


risalendo dunque indietro nel tempo, sarà ad un certo punto ovvio che la curva esponenziale dei miei progenitori, ascendente nel passato, si incroci con la curva dell'aumento della popolazione mondiale, ascendente nel futuro!
interpolando le due curve troverò dunque il punto in cui tutta la popolazione mondiale è stata mia progenitrice!!

ecco gli strabilianti risultati, supponendo che ogni 30 anni, mediamente, ci sia il passaggio tra una generazione e l'altra di antenati...


in un anno vicino al 1150 dunque si calcola che la popolazione mondiale di circa 400milioni di persone corrispondeva alla necessaria quantità di 400milioni di progenitori di cui ho necessariamente bisogno per esistere oggi!
haha. in realtà le cose sono un po' più complesse e non necessariamente prima del 1150 tutti gli umani dovevano aver avuto incesti e tradimenti per spiegare la crescita di popolazione e la decrescita di progenitori risalendo nel passato; e non è neanche necessario dire che nel 1150 sia i cinesi, che i polinesiani, che gli amerindi siano necessariamente stati i miei progenitori, tutti insieme; ad ogni modo vi lascio riflettere su queste curve e vi faccio notare che comunque, all'epoca della scoperta dell'america, circa 65.000 persone sono state implicate nell'unirsi per farmi poi venire alla luce 5 secoli piu tardi e che nel 1300 avevo all'incirca 5 milioni di antenati!!
hehe
dati interessanti, no?

Tuesday, 25 November 2014

la geometria è dio

in un mondo come il nostro, moderno ed industrializzato, ci sembra normale essere circondati da linee rette e da geometrie artificiali perfette.
la forza della geometria pura è così diffusa e onnipresente che perde il suo valore simbolico originale.

in una natura primordiale, libera dalla intrusiva presenza di spazi ed oggetti dalle forme perfette e geometriche realizzati da macchine industriali, l'ambiente che ci circonderebbe sarebbe completamente privo di geometrie pure.
in questo mondo antico (non necessariamente ancestrale, basterebbe infatti spostarsi indietro di qualche secolo) tutto ciò che circonda l'uomo è una composizione organica e fluida, meravigliosamente complessa, ma quasi mai geometricamente perfetta.
i pochi oggetti dalle forme geometriche precise sarebbero meravigliosi oggetti preziosi, tipo le conchiglie o qualche pietra molto rara. difficilmente però un umano medio entrerebbe spesso in contatto con forme geometriche pure.
tranne per tre eccezioni importantissime:
il Sole, la Luna e l'orizzonte del Mare.
due sfere e una linea retta perfetta.



questi oggetti irraggiungibili che hanno sempre a che vedere con l'infinità e il cielo, rappresentano per l'uomo gli unici oggetti sperimentabili, visibili che siano veramente perfetti.
nell'infinito, nel cielo, vi è la perfezione.
invece nel mondo terrestre, mortale, materiale, la natura è diversa, è molteplice, esuberante, in qualche modo divina, certo, ma non è geometricamente perfetta.
È dunque ovvio che gli dei superiori siano celesti e che siano perfetti e vivano infinitamente, a differenza dei mortali.

alla lista delle forme geometriche perfette aggiungo ora, pensandoci, anche l'arcobaleno. altro elemento celeste e irraggiungibile.

invece noi, uomini moderni, ora siamo soverchiati, inondati, circondati da perfette linee geometriche e se considerate le cose dalla giusta prospettiva, non è poi così strano capire il perché personaggi così incredibili come i faraoni d'Egitto, innalzando le piramidi nel mezzo del deserto, venissero considerati come degli dei.
uomini divini poiché creatori di geometrie perfette, non solo in cielo, ma anche sulla terra.


un'altra considerazione:
se ci riflettete bene, il fatto di relegare la perfezione all'irraggiungibilità del cielo, rende l'uomo, nella sua imperfezione e nella sua diversità un elemento armonico del mondo circostante, completamente coerente con il resto del creato. L'uomo in quanto mortale, vive all'interno del mondo "imperfetto" proprio perché in questo mondo mortale la caratteristica è la non perfezione geometrica.
nessun senso di colpa o frustrazione nell'essere diverso e nell'essere "imperfetto". è a sua condizione naturale.

nel mondo moderno invece è diverso: abbiamo reso tangibile e onnipresente il valore divino della geometria perfetta, ce ne siamo circondati nel nostro mondo artificiale in cui le forme sono tutte incredibilmente corrette, inflessibili e riproducibili all'infinito.
siamo assediati dalla perfezione e in questa situazione l'uomo non può far altro che sentirsi a disagio, perché l'unica forma non perfetta in questa composizione è proprio sé stesso.
l'inadeguato umano all'interno del suo mondo geometricamente perfetto.
in queste condizioni uniformarsi agli altri è forse l'unico modo per sentirsi meno imperfetto, meno sbagliato.

ci siamo dimenticati a livello razionale che la geometria è dio, ma questo non cambia nulla:
la geometria continua a essere più forte dell'uomo.

Monday, 24 November 2014

V-sign in the Red Sea

the Red Sea is clearly a V-sign to Europe!
don't you believe it?
look!


basically this is what happens:


tra il dire e il fare...

tra il dire e il fare non c'è solo di mezzo il mare...
c'è in mezzo un sacco di roba: skype, facebook, whatsapp, twitter, google....
etc etc etc

ecco una antica mappa che lo dimostra:


Friday, 21 November 2014

siamo soli?

everybody's looking for love
but...
not always in the right way!
:)


Thursday, 20 November 2014

la (V)illa de Gràcia

si Gràcia fuera una isla esa sería la mapa del tesoro que le correspondería.
cuidado con los piratas...